13 novembreSAN OMOBONO confessore

Omobono, santo, il diarista Gigli ricorda alla data 17 novembre 1613 la processione della Compagnia dei Sartori che portarono la reliquia di un suo braccio alla chiesa a lui intitolata. Il resto, traslato in Roma, venne solennemente portato da S. Giovanni Battista dei Fiorentini a S. Omobono. La reliquia, oggi non più posseduta, si esponeva all’altare del santo nel giorno della sua festa. Posta in una preziosa teca di cristallo era formata da un osso lungo circa trenta centimetri e due dita della mano stringevano, forse in ricordo delle elemosine da lui operate, tre monete d’argento. Canonizzato nel 1199, il corpo del santo, si venera nella cripta della cattedrale di Cremona.

M.R.: 13 novembre - A Cremona, in Lombardia, sant’Omobono Confessore, il quale, illustre per miracoli, dal Papa Innocenzo terzo fu ascritto nel numero dei santi.


[ Tratto dall'opera «Reliquie Insigni e "Corpi Santi" a Roma» di Giovanni Sicari ]


| Enrosadira Home Page | Santi | O | novembre |